Generale
IL TIRRENO/SONO I COMMERCIANTI LA CATEGORIA PIÙ A RISCHIO
MASSAROSA. «Qui l’usura non esiste», verrebbe da dire spesso in considerazione delle notizie provenienti da questure e tribunali di alcune aree del paese. Ad un’analisi superficiale, con i soli dati...

MASSAROSA. «Qui l’usura non esiste», verrebbe da dire spesso in considerazione delle notizie provenienti da questure e tribunali di alcune aree del paese. Ad un’analisi superficiale, con i soli dati delle denunce alla mano, sembrerebbe così. Ma non è vero. L’usura esiste ovunque, coinvolge l’intera penisola in maniera trasversale, anche i territori meno noti alla cronaca giudiziaria.
A fronte del numero esiguo di denunce, le storie degli indagati per usura parlano di giri d’affari talmente ingenti da rendere impossibile imputare tali crediti illegali alle sole poche vittime, parti lese in procedimenti penali.
In Versilia una delle categorie più esposte, se non la più esposta, al rischio usura è quella dei commercianti. Secondo i dati dell’associazione Sos impresa che monitora questo fenomeno a livello nazionale, tra Viareggio e Forte dei Marmi sarebbero diverse centinaia i negozianti e gli esercenti che hanno avuto a che fare con gli strozzini.
Il dato dell’associazione Sos impresa - secondo il report datato 2015 - individua circa 800 casi a livello provinciale. Di questi la stragrande maggioranza è relativa appunto alla realtà versiliese.
L’altro dato allarmante fornito da uno studio di Confesercenti è l’incremento delle cosiddette operazioni sospette, cioè tutte le attività che vengono ritenute in odore di mafia. E che nel 2013 sono cresciute del 58% in provincia di Lucca, rispetto a una media regionale che è del 7,7%.
Le situazioni peggiori in Toscana riguardano le località turistiche, oltre a tutto il territorio del tessile pratese. Nella classifica delle province con il più alto indice economico-finanziario di rischio usura, calcolato prendendo in considerazione i fallimenti, i protesti bancari, i pignoramenti e altri fattori, Prato è al 14° posto, Lucca al 22°, mentre Pisa, Firenze e Livorno stanno tra il trentunesimo e il trentaquattresimo posto.
La Toscana ha comunque un rischio usura che viene classificato come “medio” e si piazza dodicesima tra le regioni italiane. Campania in testa, il Trentino in fondo.
(cbm)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.
http://iltirreno.gelocal.it/versilia/cronaca/2017/04/22/news/sono-i-commercianti-la-categoria-piu-a-rischio-1.15235064