Lo Stato si assuma tutte le proprie responsabilità. I cittadini e le associani facciano la loro parte
Nonostante la straordinaria operazione delle forze dell’ordine dei giorni scorsi che hanno assicurato alla Giustizia decine di persone accusate di essere i responsabili del clima di terrore in cui versa da troppo la zona est della città di Napoli, oggi si registra un nuovo efferato crimine sulla pubblica via nel rione Concal. Un pregiudicato morto ed una passante innocente ferito.
Non possiamo continuare a vivere in questo modo, ha dichiarato Anna Ferrara presidente di SOS IMPRESA Napoli, la paura di uscire di casa appena fa buio, la necessità di chiudere i negozi poco dopo le 18.00. Le strade di Ponticelli, come quelle della Sanità e di tante altre zone della città, sono sempre più teatro delle scorribande dei clan che padroneggiano e sparano all’impazzata.

Bookmark and Share
Commercio. In I Municipio nasce tavolo per la lotta a usura. Castagnola: obiettivo è coordinamento cittadino
(DIRE) Roma, 24 mar. - Informare e fare rete, perche' "da soli non si va da nessuna parte". Si', perche' per sconfiggere l'usura servono azioni condivise e coordinate tra istituzioni, forze imprenditoriali e associazioni di cittadini. E' questo l'obiettivo del tavolo antiusura nato oggi nel I Municipio di Roma Capitale, dove la commissione Legalita', presieduta da Iside Castagnola, ha chiamato a raccolta tutti i soggetti coinvolti per condividere esperienze e progetti. Confcommercio, Cna, Sos impresa, Cittadinanza attiva, lo sportello antiusura della Comunita' ebraica di Roma, associazioni dei consumatori e anche rappresentanti degli ordini degli avvocati e dei commercialisti hanno messo sul tavolo problemi, iniziative e proposte.
Per tutti, "e' necessaria la presenza del I Municipio e delle altre istituzioni locali". Primo risultato raggiunto, l'impegno dell'assessore alla Legalita' di Roma Capitale, Alfonso Sabella, presente in via della Greca, a coordinare le forze: "Nel mio progetto di assessorato alla Legalita'- ha detto- c'e' anche l'istituzione di un coordinamento di tutte le iniziative sul fronte del contrasto all'usura e al sovraindebitamento. Il mio primo obiettivo nel contrasto all'usura e' fare in modo che la vittima del reato di usura si senta protetto dalle istituzioni e quindi si possa avere un incremento delle denunce".
Si', perche' uno dei nodi principali anche per le associazioni e' la necessita' di dare maggiori certezze ai commercianti che denunciano. Solo cosi' puo' venire sempre piu' alla luce un fenomeno che "in gran parte e' ancora sommerso". (Dip/ Dire) 17:29 24-03-15

Bookmark and Share
Quando il dramma dell’usura deve sconfiggere anche le burocrazie di Danila Bellino
Roma - Via Grazia Deledda, ore 11.00. La polizia deve fare il suo lavoro. C'è uno sfratto da eseguire. L'ufficiale giudiziario, il suo lavoro è quello, sta lì anche lui. Il rappresentante dell'associazione antiracket e antiusura Sos Impresa si trova lì, è il lavoro suo quello, anche se, a differenza del poliziotto e dell'ufficiale giudiziario, lui non viene pagato perché è un volontario.
Il signor Mario, lo chiameremo così, che nell'appartamento di via Grazia Deledda ci vive, era un ottimo imprenditore finché le tempeste della crisi economica non lo hanno spinto nella spirale dell'usura. Chi non lo ha passata non lo sa, si perde tutto alla velocità di un fulmine: negozio, affari, buon nome, amici e, spesso, anche la famiglia.
Il signor Mario però la famiglia, una moglie e due figli ventenni, ce l'ha ancora, gli è rimasta vicina, ma a duro prezzo: una brutta depressione si è impadronita della moglie, litigi e incomprensioni coi figli che, già grandi, avrebbero bisogno dell'aiuto economico del padre per entrare nel mondo del lavoro e non il contrario. E poi, un atto di coraggio: una denuncia contro gli usurai che hanno messo in ginocchio gli affari e la vita del signor Mario.

Bookmark and Share
Bando Servizio Civile 2015
A seguito della valutazione da parte del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri nonché da parte della Direzione Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport della Regione Lazio, comunichiamo che tutti i progetti elaborati da AGISCO nel 2014 (in partnership con Sos Impresa) sono stati approvati ed attualmente sono inseriti nei bandi per la selezione dei volontari.
Sono già pubblicati sui siti istituzionali del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, della Regione Lazio e di AGISCO, i bandi di selezione con tutte le informazioni utili per presentare domanda nonché le schede sintetiche di presentazione dei progetti in avvio.
Tutti i progetti avranno una durata di 12 mesi e prevedono una serie di benefit per i giovani coinvolti. Si rimanda alla consultazione del nostro sito internet per tutte le informazioni in merito ai progetti oltre che per maggiori dettagli sui requisiti di partecipazione.

Bookmark and Share
 
Usura, Tempesta-Marino Franco (Lc): “Delibera per istituire coordinamento cittadino”
“È stata messa nero su bianco e presentata presso gli uffici dell’Assemblea capitolina la proposta di iniziativa consiliare che istituisce il Coordinamento delle associazioni antiracket e antiusura della Capitale”.

È quanto affermano in una nota la vice-capogruppo del Pd capitolino Giulia Tempesta e il vice-Presidente dell’Assemblea Capitolina Franco Marino della lista civica.

“Con questa iniziativa – affermano Tempesta e Marino – intendiamo istituire un nuovo organismo per far emergere attraverso un’azione sistematica e costante e una direzione unitaria le iniziative e le attività mirate a contrastare e prevenire il fenomeno delle estorsioni e dell’usura nella nostra città. Proponiamo che presiedere il Coordinamento sia l’assessore competente in materia, coadiuvato dall’assessore al Commercio e alle Attività Produttive e dall’assessore alle Politiche Sociali cui si uniranno esperti nominati dal medesimo assessore. Le Associazione Antiusura e Antiracket riconosciute potranno nominare un proprio rappresentante, così come ogni Municipio avrà un proprio delegato”.

Bookmark and Share
Spiazziamoli - Insieme contro l'usura - Le foto della giornata


All'interno tutte le foto dell'assemblea informativa su consumo critico, racket ed usura.
Dopo la proiezione del docu-film "La mano sulla spalla" tratto dall'omonima opera teatrale di Danila Bellino, Antonio Anile di SOS IMPRESA e i giovani volontari di AGISCO ne hanno parlato con gli studenti e i cittadini.

Tutte le iniziative su Facebook https://www.facebook.com/spiazziamoli

Bookmark and Share


Avviso Pubblico/Commissione sulle intimidazioni agli amministratori locali: relazione conclusiva
Premessa. La Commissione di inchiesta del Senato sulle intimidazioni agli amministratori locali ha approvato nella seduta del 26 febbraio 2015 la relazione conclusiva, che dà conto puntualmente dell’attività di approfondimento compiuta nel corso di un anno di lavoro, attraverso l’analisi della documentazione esistente in materia (relazioni delle Commissioni antimafia, della Direzione Nazionale Antimafia, della Direzione Investigativa Antimafia e del Governo sulla politica dell’informazione per la sicurezza, i decreti di scioglimento dei consigli comunali e le sentenze dei ricorsi di fronte alla giustizia amministrativa), dei questionari predisposti dalle 106 prefetture, su richiesta della Commissione, degli atti di indagini giudiziarie su gravi fenomeni di intimidazione e delle proposte emerse nel corso delle numerose audizioni di amministratori locali, magistrati, rappresentanti di associazioni etc, svoltesi sia presso la sede del Senato che con appositi sopralluoghi in diverse aree del Paese. Qui di seguito è riportata una sintesi del documento (Doc XXII –bis n. 1).

Bookmark and Share
Imprenditore immobiliare finisce a processo dopo denunce delle vittime (Lecce Prima)
Redazione 27 febbraio 2015
LECCE – Finisce a processo Vincenzo Trisolino, imprenditore immobiliare di 76 anni, per una vicenda di presunti prestiti a usura. Così ha deciso il gup Vincenzo Brancato nell’udienza di ieri. Il caso è stato aperto dopo la denuncia di un 52enne di Gallipoli, che ha richiesto 1 milione e 396mila euro di danni, e di tre suoi parenti, tutti rappresentati dall’avvocato Fabio Vincenti. Con loro, ha avanzato richiesta di costituzione di parte civile anche l’Associazione per le vittime contro l’usura, con il presidente Luigi Budano, tramite l’avvocato Fedele Rigliaco.



Bookmark and Share
Nuova Sezione

Sul sito di Sos Impresa è stata creata la sezione Atti Giudiziari”, in cui sarà inserita la documentazione riguardante ordinanze, sentenze, costituzioni di parti civili e comparse conclusionali, al fine di creare un ottimo strumento di aggiornamento e informazione per i legali, impegnati nella difesa delle vittime di racket, usura e altri reati di tipo mafioso.

Bookmark and Share


"Le mani della criminalità sulle imprese" - XIII Rapporto di Sos Impresa

Il rapporto annuale di Sos Impresa Le mani della criminalità sulle imprese è giunto alla tredicesima edizione. Nato come documento di denuncia delle condizioni di lavoro e di impresa nel Sud Italia, nel corso del tempo è diventato uno strumento di studio e di lavoro anche per importanti organismi istituzionali e per altri centri studio di studio e di ricerca.
I numeri e le analisi contenute nel Rapporto si avvalgono delle testimonianze dirette degli associati di Sos Impresa operanti sul territorio, cui si aggiungono le dichiarazioni delle vittime di estorsione e usura ai nostri sportelli e in sede giudiziaria.
Ciò rende il Rapporto un documento unico nel suo genere ed anche questa edizione vuole salvaguardare la consuetudine di rimanere uno strumento di approfondimento, offrendo un’ampia panoramica di tutte le attività illegali di stampo economico-mafioso, allo scopo di dimostrarne la potenza finanziaria e la grande liquidità di denaro disponibile. Contemporaneamente, cerca di porre l’attenzione su quei settori economici maggiormente interessati dalle mire imprenditoriali delle organizzazioni mafiose e di indicare quelli maggiormente compromessi.
Da qui la definizione di Mafia Spa, adottata provocatoriamente per la prima volta nel IX Rapporto, presentato nel 2006 a Roma, ed entrata, ormai, nel gergo comune.
Il Rapporto, curato da Lino Busà e Bianca La Rocca, è frutto di numerosi apporti e collaborazioni senza le quali non sarebbe stata possibile la sua realizzazione. A questa edizione hanno collaborato Danila Bellino, Laura Galesi, Massimo Giordano, Nino Marcianò, Marcello Ravveduto, Valeria Scafetta e Gabriella Sensi.
L’introduzione è di Marco Venturi, Presidente della Confesercenti.
I dati sono nostre elaborazioni sulla base delle statistiche ISTAT, dalle rilevazioni fornite dal Ministero dell’Interno, dai sondaggi condotti da SWG per Confesercenti, dalle ricerche del Centro Studi TEMI e dalle numerose informazioni e testimonianze raccolte da Sos Impresa. Il volume, edito da Aliberti, è in libreria e può essere prenotato.