Psicoterapia di Gruppo all’interno dello Sportello Psicologico “L’Amico Giusto” di S.O.S. Impresa*
L’idea di organizzare degli incontri di psicoterapia di gruppo con le persone vittime di usura nasce dall’ipotesi che ciò di cui una persona ha bisogno, in momenti di particolare stress, è quella di entrare in contatto con persone che hanno un interesse profondo per lui.

Punto focale delle sessioni di gruppo, aperte all’interno dello sportello psicologico, è la persona e non solo il suo problema. Lo scopo è quello di aiutare l'individuo a crescere affinché possa affrontare sia il problema attuale, sia quelli successivi in maniera più integrata.

*Progetto realizzato e curato dalla Dr.ssa Rosaria Pace - Psicologa-Psicoterapeuta

Bookmark and Share
A Ponticelli non c’è più tempo per aspettare la realizzazione dei “Piani Speciali” Lo Stato si faccia sentire e vedere subito efficacemente
Mentre a Roma e a piazza Plebiscito si discute e si annunciano provvedimenti e piani misteriosi a Ponticelli la camorra continua a governare il territorio eseguendo condanne di morte e stendendo sul quartiere un velo cupo e pesante di terrore.
La gente onesta e pacifica di Ponticelli non c’è la fa più e non crede più alle promesse politiche del Ministro dell’Interno e ai silenzi del Prefetto “di strada” che a Napoli ancora nessuno ha avuto il piacere di conoscere.
“Un altro morto ucciso per strada in mezzo alla folla, dice Anna Ferrara presidente di SOS IMPRESA NAPOLI, e solo per poco non accompagnato ad una nuova vittima innocente che poteva finire sotto il fuoco dei killer è l’immagine serale di Ponticelli questo sabato pomeriggio. Il tutto mentre a pochi metri di distanza era in corso “una tranquilla rapina” ad un supermercato da parte di cinque rapinatori.

Bookmark and Share
Richiesta la convocazione di un consiglio comunale straordinario aperto sulle mafie a Roma
Le associazioni e organizzazioni che che aderiscono a Spiazziamoli hanno scritto al sindaco di Roma Ignazio Marino per chiedere la convocazione di un consiglio comunale straordinario aperto al pubblico sul tema delle mafie nella Capitale. Trascriviamo il testo della lettera.

Preg.mo Sindaco, Preg.mo Presidente

L'indagine Mondo di Mezzo, le inchieste su 'ndrangheta, camorra e cosa nostra, le sentenze e le ultime vicende che hanno riguardano il municipio di Ostia, i numerosi arresti per corruzione ci consegnano un quadro criminale e sociale grave e preoccupante per Roma di fronte al quale in città, nella regione e nel Paese è calato un inesorabile e irresponsabile, qualche volta complice, silenzio.

Le problematiche emerse dalle indagini, però, sono tutt’altro che risolte. Il radicamento delle mafie, l’inquinamento del commercio, dell'economia e del terzo settore, il sistema di corruzione generalizzato, il controllo di interi pezzi di territorio, la diffusione a macchia d'olio di sale slot, i fiumi di droga che arricchiscono i clan, il silenzio delle classi dirigenti sulle dinamiche mafiose, l’impossibilità di cittadini e associazioni di intervenire nei processi decisionali sono questioni esiziali per la democrazia in questa città.

Bookmark and Share
Il Tirreno/L’usura che non ti aspetti: dallo strozzino di quartiere al consulente che prepara la trappola


Fioriscono le reti di finanziatori ma sono trappole, boom di denunce contro le banche. La Confesercenti lancia l'allarme

di Gemma Vignocchi

Ha tanti volti oggi l'usura, ingrassata ben bene dalla crisi: da quello pulito del professionista elegante a quello sporco della camorra, da quello bonaccione ma cinico del pensionato a quello suadente della finta finanziaria. Lo dice “Sos Impresa”, associazione di Confesercenti - che su questi temi organizza oggi un convegno a Livorno - lanciando l'allarme: in Toscana il fenomeno è in preoccupante aumento, e a gonfiare i dati contribuiscono le denunce contro le banche, sempre più spesso accusate di comportamenti usurari. La recessione ha fatto da fertilizzante al fenomeno, che colpisce sì soprattutto la Versilia, Livorno e la Valdinievole, ma si estende ora anche ad Arezzo - legata alle difficoltà del settore orafo - e a Prato. Ed entrano in scena protagonisti diversi, sia tra le vittime che tra i carnefici.

Bookmark and Share
Il Tirreno/Piccoli usurai in aumento
Livorno. Al convegno sulla legalità organizzato da Confesercenti il pm Rosa ha denunciato il fenomeno di Rosanna Harper

10 aprile 2015
LIVORNO. La sala Capraia della Camera di Commercio ha ospitato, ieri mattina, il convegno organizzato dalla Confesercenti Toscana dal titolo “Sicurezza e legalità. Fattori di sviluppo dell'economia e del territorio”. Il convegno, accreditato dall'ordine degli avvocati di Livorno, è stato moderato dal direttore del Tirreno Omar Monestier, e ha richiamato la partecipazione di un pubblico numeroso, oltre che gli interventi di relatori illustri: Massimo Vivoli, presidente Confesercenti Toscana e vice presidente Confesercenti nazionale, Daniele Rosa, sostituto procuratore presso il Tribunale di Livorno, Lino Busà, membro del comitato antiracket ed antiusura, Domenico Manzione, sottosegretario di Stato per l'Interno.

Bookmark and Share
 
Roma vista racket
Roma vista racket
Liceo Scientifico Statale "Vito Volterra"
Mercoledì 29 aprile 2015 – ore 9.15
Via dell'Acqua Acetosa 8/A – Ciampino (RM)

Il Presidio di Libera del Liceo Scientifico Statale "Vito Volterra" di Ciampino presenta i risultati della ricerca "Roma vista racket", riguardante la percezione del fenomeno del pizzo da parte dei commercianti del territorio di Roma sud-est e dei Castelli Romani. L'incontro si svolgerà presso l'auditorium del nostro istituto, in Via dell'Acqua Acetosa 8/A a Ciampino, mercoledì 29 aprile 2015 dalle ore 9,15 alle ore 11,00.
A seguire, dalle ore 11,30 alle ore 12,15, si svolgerà l'inaugurazione del Giardino della Memoria, dedicato in modo particolare al ricordo ed all'impegno per le vittime innocenti delle mafie, della Shoah e delle Foibe. Saremmo lieti se voleste presenziare anche a questo importante evento della nostra comunità scolastica.


Bookmark and Share
Bando Servizio Civile 2015
A seguito della valutazione da parte del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri nonché da parte della Direzione Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport della Regione Lazio, comunichiamo che tutti i progetti elaborati da AGISCO nel 2014 (in partnership con Sos Impresa) sono stati approvati ed attualmente sono inseriti nei bandi per la selezione dei volontari.
Sono già pubblicati sui siti istituzionali del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, della Regione Lazio e di AGISCO, i bandi di selezione con tutte le informazioni utili per presentare domanda nonché le schede sintetiche di presentazione dei progetti in avvio.
Tutti i progetti avranno una durata di 12 mesi e prevedono una serie di benefit per i giovani coinvolti. Si rimanda alla consultazione del nostro sito internet per tutte le informazioni in merito ai progetti oltre che per maggiori dettagli sui requisiti di partecipazione.

Il termine per presentare la domanda di partecipazione è stato prorogato alle ore 14:00 del 23 aprile 2015.

Bookmark and Share
Homo oeconomicus. La Finanza di fronte all’umano
Nell’ambito della Settimana dell’Economia 2015:
“L’umanesimo nell’economia globalizzata: utopia o progetto futuro?”
promossa dal Vicariato di Roma - Ufficio per la Pastorale Universitaria
Homo oeconomicus.
La Finanza di fronte all’umano

Mercoledì 22 aprile 2015, ore 13,30-15,30
Polo Universitario Giovanni XXIII, Aula 1

Introduce:
Prof. Domenico Bodega
Preside della Facoltà di Economia

Ne discutono:
Prof. Lorenzo Caprio
Università Cattolica del Sacro Cuore
Prof. don Leonardo Salutati
Pontificia Università Urbaniana
Dott.ssa Davidia Zucchelli
Direzione Studi e ricerche di Intesa Sanpaolo S.p.A.

Interviene:
Dott.ssa Bianca La Rocca
Associazione SOS Impresa (Confesercenti) Lazio

Modera l’incontro:
Prof. Stefano Bozzi
Università Cattolica del Sacro Cuore

con la collaborazione straordinaria degli studenti
Vanessa Latronico (slideshow) e Alessandro Martellotta (reading scenico)

Bookmark and Share
Il volto economico delle mafie. Focus sul Nord Est
Vicenza, 15 aprile: il seminario di formazione su
“Il volto economico delle mafie. Focus sul Nord Est”

Si svolgerà mercoledì 15 aprile, a Vicenza, dalle ore 9,00 alle ore 16,00, presso la sede del Comune, il seminario di formazione del progetto “Conoscere le mafie, costruire la legalità”, promosso dalla Regione del Veneto, Anci Veneto e Avviso Pubblico.

Dopo i saluti istituzionali, interverranno:
Roberto Zuliani, colonnello, capo della DIA di Padova;
Luigi Cuomo, Presidente di SOS Impresa;
Andrea Ferrarini, Consulente organizzativo in sistemi di gestione del rischio di reato.

L’incontro sarà moderato da Claudio Piron, membro del Comitato Direttivo di Avviso Pubblico.

Nel pomeriggio dalle 13,30 alle 15,00 si terranno i seguenti laboratori:
Indicatori di presenza mafiosa su un territorio con Pierpaolo Romani, Coordinatore nazionale di Avviso Pubblico;
La libertà del sistema economico dai condizionamenti mafiosi con Luigi Cuomo, Presidente di SOS Impresa;
Attività a rischio di corruzione e standard etici con Andrea Ferrarini, Consulente organizzativo in sistemi di gestione del rischio di reato.

Il seminario chiuderà con una seduta plenaria condotta da Francesco Vignola, Formatore e collaboratore di Avviso Pubblico.

http://www.avvisopubblico.it/home/vicenza-15-aprile-il-seminario-di-formazione-su-il-volto-economico-delle-mafie-focus-sul-nord-est/

Bookmark and Share
Sos Impresa Palermo parte lesa nel processo contro il mandamento mafioso di Bagheria
Sos Impresa Palermo è l’unica associazione antiracket indicata come parte lesa dalla DDA di Palermo nel decreto di fissazione dell'udienza preliminare dell’importante processo a carico di ventisette imputati tra capi e gregari del mandamento mafioso di Bagheria, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidio, sequestro di persona, estorsione, rapina, detenzione illecita di armi da fuoco e danneggiamento a seguito di incendio.
Arrestati nel giugno 2014, nel corso dell’operazione Reset, le indagini erano state avviate nel maggio 2013, all’indomani dell’operazione Argo. Insieme ai reggenti del mandamento e delle famiglie mafiose di Bagheria, Villabate, Ficarazzi e Altavilla Milicia, sono stati tratti in arresto pericolosi uomini d’onore della consorteria. Le indagini si sono nel tempo arricchite delle dichiarazioni di tre collaboratori di giustizia.

Bookmark and Share
Lotta a Criminalità e Usura: Convegno a Eboli con gli studenti dell’Agrario


Lotta alla criminalità: “Sportello antiracket e antiusura di Eboli”. Incontro con gli alunni dell’istituto I.I.S. “Mattei-Fortunato”.


S.O.S. Impresa Salerno-Rete per la Legalità e Confesercenti Eboli, in prima linea contro la lotta alla criminalità che mina la libertà di sviluppo d’impresa sul territorio della provincia di Salerno, al fianco delle vittime di racket e usura con l’apertura dello Sportello Antiusura ed Antiracket di Eboli.
da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Si è tenuto il 31 marzo scorso nell’aula Magna dell’Istituto Agrario “G. Fortunato”, i ragazzi della scuola incontreranno i rappresentanti delle Istituzioni, dell’Associazionismo e delle Forze dell’Ordine, unitamente al Commissario Regionale per le Iniziative antiusura ed antiracket.



Bookmark and Share
Lo Stato si assuma tutte le proprie responsabilità. I cittadini e le associani facciano la loro parte
Nonostante la straordinaria operazione delle forze dell’ordine dei giorni scorsi che hanno assicurato alla Giustizia decine di persone accusate di essere i responsabili del clima di terrore in cui versa da troppo la zona est della città di Napoli, oggi si registra un nuovo efferato crimine sulla pubblica via nel rione Concal. Un pregiudicato morto ed una passante innocente ferito.
Non possiamo continuare a vivere in questo modo, ha dichiarato Anna Ferrara presidente di SOS IMPRESA Napoli, la paura di uscire di casa appena fa buio, la necessità di chiudere i negozi poco dopo le 18.00. Le strade di Ponticelli, come quelle della Sanità e di tante altre zone della città, sono sempre più teatro delle scorribande dei clan che padroneggiano e sparano all’impazzata.

Bookmark and Share
Commercio. In I Municipio nasce tavolo per la lotta a usura. Castagnola: obiettivo è coordinamento cittadino
(DIRE) Roma, 24 mar. - Informare e fare rete, perche' "da soli non si va da nessuna parte". Si', perche' per sconfiggere l'usura servono azioni condivise e coordinate tra istituzioni, forze imprenditoriali e associazioni di cittadini. E' questo l'obiettivo del tavolo antiusura nato oggi nel I Municipio di Roma Capitale, dove la commissione Legalita', presieduta da Iside Castagnola, ha chiamato a raccolta tutti i soggetti coinvolti per condividere esperienze e progetti. Confcommercio, Cna, Sos impresa, Cittadinanza attiva, lo sportello antiusura della Comunita' ebraica di Roma, associazioni dei consumatori e anche rappresentanti degli ordini degli avvocati e dei commercialisti hanno messo sul tavolo problemi, iniziative e proposte.
Per tutti, "e' necessaria la presenza del I Municipio e delle altre istituzioni locali". Primo risultato raggiunto, l'impegno dell'assessore alla Legalita' di Roma Capitale, Alfonso Sabella, presente in via della Greca, a coordinare le forze: "Nel mio progetto di assessorato alla Legalita'- ha detto- c'e' anche l'istituzione di un coordinamento di tutte le iniziative sul fronte del contrasto all'usura e al sovraindebitamento. Il mio primo obiettivo nel contrasto all'usura e' fare in modo che la vittima del reato di usura si senta protetto dalle istituzioni e quindi si possa avere un incremento delle denunce".
Si', perche' uno dei nodi principali anche per le associazioni e' la necessita' di dare maggiori certezze ai commercianti che denunciano. Solo cosi' puo' venire sempre piu' alla luce un fenomeno che "in gran parte e' ancora sommerso". (Dip/ Dire) 17:29 24-03-15

Bookmark and Share
SOS Impresa Napoli ringrazia DDA e gli uomini della Polizia di Stato
In merito all’operazione di Polizia eseguita questa mattina nell’ambito delle indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli ed eseguita dai poliziotti della Squadra Mobile e del Commissariato di P.S. di Ponticelli con la quale sono stati arrestati 12 persone ritenute responsabili di appartenere al clan camorristico “De Micco” operante prevalentemente nella zona di Ponticelli e dell’area est della città di Napoli l’associazione antiracket SOS IMPRESA NAPOLI ha espresso la propria profonda riconoscenza alla DDA e agli uomini della Polizia di Stato per aver assicurato alla giustizia quelli che sono considerati i vertici dell’organizzazione malavitosi dedita al controllo armato del territorio e nell’imposizione del pizzo ad operatori economici della zona.

Bookmark and Share
Nuova Sezione

Sul sito di Sos Impresa è stata creata la sezione Atti Giudiziari”, in cui sarà inserita la documentazione riguardante ordinanze, sentenze, costituzioni di parti civili e comparse conclusionali, al fine di creare un ottimo strumento di aggiornamento e informazione per i legali, impegnati nella difesa delle vittime di racket, usura e altri reati di tipo mafioso.

Bookmark and Share


"Le mani della criminalità sulle imprese" - XIII Rapporto di Sos Impresa

Il rapporto annuale di Sos Impresa Le mani della criminalità sulle imprese è giunto alla tredicesima edizione. Nato come documento di denuncia delle condizioni di lavoro e di impresa nel Sud Italia, nel corso del tempo è diventato uno strumento di studio e di lavoro anche per importanti organismi istituzionali e per altri centri studio di studio e di ricerca.
I numeri e le analisi contenute nel Rapporto si avvalgono delle testimonianze dirette degli associati di Sos Impresa operanti sul territorio, cui si aggiungono le dichiarazioni delle vittime di estorsione e usura ai nostri sportelli e in sede giudiziaria.
Ciò rende il Rapporto un documento unico nel suo genere ed anche questa edizione vuole salvaguardare la consuetudine di rimanere uno strumento di approfondimento, offrendo un’ampia panoramica di tutte le attività illegali di stampo economico-mafioso, allo scopo di dimostrarne la potenza finanziaria e la grande liquidità di denaro disponibile. Contemporaneamente, cerca di porre l’attenzione su quei settori economici maggiormente interessati dalle mire imprenditoriali delle organizzazioni mafiose e di indicare quelli maggiormente compromessi.
Da qui la definizione di Mafia Spa, adottata provocatoriamente per la prima volta nel IX Rapporto, presentato nel 2006 a Roma, ed entrata, ormai, nel gergo comune.
Il Rapporto, curato da Lino Busà e Bianca La Rocca, è frutto di numerosi apporti e collaborazioni senza le quali non sarebbe stata possibile la sua realizzazione. A questa edizione hanno collaborato Danila Bellino, Laura Galesi, Massimo Giordano, Nino Marcianò, Marcello Ravveduto, Valeria Scafetta e Gabriella Sensi.
L’introduzione è di Marco Venturi, Presidente della Confesercenti.
I dati sono nostre elaborazioni sulla base delle statistiche ISTAT, dalle rilevazioni fornite dal Ministero dell’Interno, dai sondaggi condotti da SWG per Confesercenti, dalle ricerche del Centro Studi TEMI e dalle numerose informazioni e testimonianze raccolte da Sos Impresa. Il volume, edito da Aliberti, è in libreria e può essere prenotato.